Home


Recensioni &
Anteprime


Guide & Speciali

Mod & Total Conversion

Iscriviti alla Community

Forum

Download

Clan

Contattaci o collabora

 

 

 

FTI - Community Multiplayer e Clan Fps

 

 

 

Giacomo Rossi - Ceregnano - Cioci

Forum sui First Person Shooter single player e multiplayer - Entra nella community per fraggare con noi
 
QUAKE 3: ARENA
Data di uscita: dicembre 1999
Requisiti minimi: acceleratore 3-D con supporto Open-GL
Pentium® 233 Mhz
Windows 95/98/ NT 4.0 (con Service Pack 3)
70 MB di spazio libero su hard disk
DirectX 3.0
mouse
Motore grafico: id Tech 3
Modalità multiplayer presente
Developer:
ID Software
Grafica:
96%
Longevità:
91%
Sonoro:
82%
Multiplayer:
86%
Giocabilità:
82%
Globale:
87%

RECENSIONE a cura del webmaster

Senza testo alternativo

Senza testo alternativo


Quake III è un gioco multiplayer, ossia da giocare in più utenti, ma è perfettamente giocabile senza avere una connessione, ossia da soli. Basta scegliere di combattere contro i bot, dei nemici guidati dal PC.
Nel gioco si trovano dei power up (velocità, invisibilità, volo, punti energia, potenziamento armi), fondamentali per rimanere l'unico sopravissuto.

Senza testo alternativo


Le architetture che compongono i livelli sono molto varie: castelli, piattaforme spaziali e industrie.
La grafica è stupenda grazie a superfici curve, texture a 32 bit, cieli multi livello, effetti di luce superlativi, armi con effetti visivi splendidi (come le esplosioni).

Senza testo alternativo

I bonus la fanno da padrona, grazie ad alcuni di essi potete dominare le arene: il Battle Suite : vi protegge dalle esplosioni circostanti, ma non dai colpi diretti. Il Quad Damage rende tre volte più potente ogni vostra arma. Il regenaration vi aumenta continuamente l'energia e così via.

Senza testo alternativo

Quake 3 si contrappone fortemente al suo rivale Unreal Tournament, la giocabilità di Q3 è complementare a quella di UT. Difatti chi preferisce uno, solitamente nega l'altro. Q3è più azione nuda e cruda, UT è più tecnico.
Il successo di Q3è sicuramente riscosso anche dall'alto numero di MOD e Total Conversion (vedi a lato) presenti per il gioco stesso e che grazie al multiplayer hanno allungato la vita di questo fps fin quasi ai tempi attuali.

Senza testo alternativo

RECENSIONE DI APPROFONDIMENTO
a cura di Giovanni "FraggerZua" Carta (06/07/2002)

Scordatevi trame alla Half Life o realismo alla Soldier of Fortune, Quake è rivolto ai più rozzi, cattivi e scalmanati amanti del fps. Vi basta sapere solo che qualcuno ha riunito assieme tutti i guerrieri più forti della galassia per divertirsi, guardandoli combattere.
Tra questi guerrieri ci siete voi e dovrete dare parecchio spettacolo...
Vostro obiettivo primario è: uscire indenni dalle arene; in altre parole fraggare i vostri nemici, più di quanto loro non facciano con voi.

Senza testo alternativo


Ogni "livello" (tier), o meglio ogni sessione (tranne quella iniziale e quella finale), comprende quattro arene, entro la quale vi è almeno un nemico. In tutto, le sessioni (compreso il livello iniziale e quello finale) sono otto.
Se completerete tutte le sessione di combattimento, vi scontrerete nella sessione finale contro il campione dei campioni: Xaero, un cyborg dai lineamenti orientali.
Dopo che avrete configurato il personaggio, sarete pronti per combattere.

Senza testo alternativo

QuakeIII risulterà tanto semplice quanto ostico. Contraddizione? No, assolutamente. Nessuna regola, nessun importante concetto base da tenere a mente se non quello di salvarvi la pelle e annientare i vostri nemici. Tutto qui. Sparare e schivare... Sembra semplice, vero? Sembra... ma è proprio il concept essenziale del gioco che vi creerà notevoli problemi.
QuakeIII riduce all'osso i fondamentali dello sparatutto. Non dovrete compiere percorsi prestabiliti, raccogliere determinati oggetti o schiacciare particolari pulsanti affinché lo svolgimento del gioco continui correttamente. Niente di tutto questo.
Un' arena, voi e i vostri avversari.
Molti giocatori, abituati ad una tipica visione del fps saranno i primi a rendersi conto della difficoltà presente in QuakeIII.

Senza testo alternativo


I livelli di difficoltà per quanto riguarda il single player sono cinque e a mio parere sono male calibrati; vediamo perché...
Si passa dal quasi banale I can win , livello adatto ai principianti che mette in mostra tutta la stupidità dei bot, per passare al Bring it now e al Hurt me plenty, giungendo infine agli ultimi due livelli: Hardcore e Nightmare.
Se il primo può considerarsi utile ai neofiti, il secondo mette gia in risalto la IA altamente avanzata dei bot. Trovo il problema, nella mal calibrazione della difficoltà tra un livello e l'altro. Questo non permette al videogiocatore di compiere un allenamento graduale, migliorando gradualmente anche le sue abilità. Per quanto riguarda l' IA, la id conquista una nota di merito grandissima. Nell'ultimo livello di difficoltà si ha l'impressione di combattere contro qualche "bestia", pescata sui server alle ore 24.00. A buon intenditore poche parole...
Non si capisce se siano veramente bot, o qualcuno che si diverte a prendere in giro la nostra inesperienza. Sparano come cecchini, saltano come canguri, corrono come saette, non farete in tempo a girarvi che li troverete attaccati al vostro fondoschiena, pronti per farvelo saltare.
Lasciatemi dirvi un cosa: allenatevi parecchio prima di voler sfidare qualche brutto ceffo con Nightmare come livello di difficoltà.

Senza testo alternativo



Non si può parlare di essenziale invece, per quanto riguarda la grafica, che sarà il primo motivo di stupore per il giocatore che calcherà il pavimento dell'arena la prima volta.
Non ci sono aggettivi per descriverla... Grandiosa, forse. Si passa dallo stile "technogotic" al quale ci avevano gia abituato i primi due quake, allo stile hi tech.
Statue imponenti si mischiano a portoni che si aprono al nostro passaggio; lava e fuoco, minacciano la nostra incolumità al passaggio sopra passerelle di freddo acciaio. Coltri di nebbia e fumo che mischiandosi con l'oscurità ci sbarrano il cammino rendendoci incapaci di osservare a più di un palmo di mano. La vastità di alcune mappe vi farà smarrire per un paio di secondi e gli ambienti stravaganti, cercheranno di distrarvi dal vostro obiettivo. Così, la prossima volta, quando vi batteranno con 20 frag di scarto, avrete la scusa buona per discolparvi...
Tutto questo grazie ad un motore grafico poderoso, mai visto che racchiude in se anche l'accuratezza dei particolari e la cura nei dettagli dei vostri nemici. Ognuno di essi ha una fisionomia diversa e personale. Dalla prorompente ed esile signorina dai capelli rossi fuoco, al cyborg munito di arti metallici.
Lungo il vostro viaggio di gladiatore, un incredibile colonna sonora vi farà compagnia. La musica è studiata appositamente per tenere banco all'incredibile ritmo frenetico cui dovrete sostenere. Si passa dalle musiche quasi accennate, di "atmosfera", a convulse melodie rette da potenti percussioni e vigorosi flussi metal.
Non si può dire molto di buono, a mio parere sulla giocabilità, in cui Quake III perde preziosi punti a suo sfavore. Non è all'altezza delle aspettative, proponendoci un' interfaccia indiscutibilmente adeguatissima e funzionale, ma un sistema di controllo un po' carente e "scivoloso".

Senza testo alternativo

Multiplayer e single player: un dilemma...
La modalità single player a detta di molti, è stata inserita solo per dare la possibilità a chi non disponesse connessione web particolarmente veloce, di usufruire comunque del gioco. Dunque il single player è da buttare? Non credo. Anzi, penso sia da rivalutare pienamente.
Il grave sbaglio dei giocatori (soprattutto esperti), è quello di considerare il single player come un banale optional che le homegames inseriscono per accontentare tutte le fasce di consumatori.
Senza dubbio il multiplayer rimane la modalità di gioco più divertente e appagante, ma è anche vero che esso resta un punto d'arrivo per chi dispone di ottima connessione ad internet, flat e parecchia esperienza.
Le prime due sono dettate da fattori economici e variano da giocatore a giocatore; l'ultima, è una capacità che si ottiene con il tempo allenandosi proprio come un atleta nella sua disciplina.
Immaginatevi un neofita che per la prima volta si cimenta in uno scontro multiplayer nell'arena...
Le difficoltà, sembreranno insormontabili e in poco tempo la stizza lascerà il posto al divertimento.
Il single player, rimane sempre e comunque, per esperti e non, l'ideale per allenarsi senza pensare a sconfitte immature.

Senza testo alternativo


Bot e affini
Spendo qualche parola per darvi un'idea sulla gestione dei bot.
Finché combattono contro di voi: nessun problema. Le difficoltà sorgono, quando si ha la necessità di gestirli per organizzare strategie di gioco contro il team nemico.
I comandi si impartiscono tramite chat; bisogna mandare un messaggio scritto da voi alla chat del vostro team. Nessuna pratica console alla UT, ma solo frasi "preconfezionate", che vi vengono rammentate nel manuale di QuakeIII. "Ma le frasi saranno poche", direte voi. Invece no, le frasi per impartire comandi ai bot, sono circa un centinaio...
Volendo, si può bloccare il gioco con ESC, andare nel menù delle opzione e selezionare tra i più importanti ordini. Scomodo e inadeguato.

Senza testo alternativo


Modalità di gioco

Free for all

Tutti contro tutti. Fragga chi vuoi, ma fallo! Tutto ti è permesso, tranne distrarti.
Chi arriva prima al fraglimit, vince e si aggiudica la partita.
Valutate singolarmente, ogni partita giocata con questa modalità. A seconda del variare dei nemici, dovrete elaborare strategie diverse. Nell'uno contro uno, dovrete mettere in campo tutta la vostra bravura e non sarà facile avere la meglio sul vostro nemico.
Con più avversari, le cose cambiano. Puoi fare il gioco dell'opportunista che piomba all'improvviso mentre il suo avversario è in fin di vita, oppure puoi ricoprire il ruolo del carnefice, pronto a buttarsi nella mischia facendo fuori qualsiasi cosa gli si pari di fronte. Insomma, decidete voi; elaborate il vostro stile di gioco e scagliatevi nell'arena.

Senza testo alternativo

Team death match

Ora i protagonisti siete voi e la vostra squadra. Qui le cose cambiano parecchio, perché avrete l'appoggio dei vostri compagni per fraggare i ribaldi nella mischia.
Pertanto, anche le strategie risulteranno diverse dal classico deathmatch. Purtroppo, il tdm risente particolarmente della scarsa versatilità dei bot.

Tournament

Nella modalità tournament i combattenti si sfidano uno contro uno. I combattenti restanti, aspettano il loro turno e hanno la possibilità di seguire il combattimento in corso. Il vincitore si scontra contro un altro guerriero della lista. Divertente, soprattutto quando si tratta di prendere parte a molti combattimenti con guerrieri diversi.

Capture the flag

Due squadre. Blu e rossa. Due bandiere. Blu e rossa.
Obbiettivo: agguantare la bandiera della squadra nemica e sorreggerla fino alla vostra base, per fare punto.
Anche in questo tipo di "competizione" si nota con estrema facilità, la difficoltà nel maneggiare i bot.

Senza testo alternativo

 

Le armi.


Gauntlet

Il gauntlet sarà la vostra unica arma, quando le munizioni termineranno.
E' sostanzialmente una sega circolare elettrificata.
Sulle lunghe distanze è inutilizzabile, ma nel corpo a corpo è letale. Utilizzatela per difendervi esclusivamente e non per attaccare. Troverete infatti delle difficoltà se cercherete di affettare come un salame qualche nemico, andandolo a rincorrerlo per tutta l'arena...

Machine Gun

Semplice mitragliatrice a fuoco circolare. Veloce ma inefficace. Discretamente efficiente sulle medie distanze, per il resto rimane un'arma mediocre e difficile da controllare.

Shot Gun

Lo shot gun è un fucile a doppie canne mozze. Sulle brevi distanza è veramente letale se utilizzato con scrupolo, ma perde sulle distanza lunghe poiché non riesce a imprimere sufficiente potenza ai proiettili.

Senza testo alternativo

Rocket Launcher

Potente lanciamissili, non eccessivamente veloce ma efficace se accompagnato da una sapiente mira. Sulle lunghe e medie distanze fa veramente male; sulle brevi distanze può coinvolgervi nel raggio dell'esplosione. Attenzione, quindi.

Plasma Gun

Il plasma gun utilizza proiettili al plasma che spara a velocità incredibile. Potente ed efficace su tutte le distanze.

Granade Launcher

Lanciagranate particolarmente lento e inadatto ad azioni di attacco. Le granate esplodono subito dopo il vostro lancio causando danni mortali per chi ci si imbatte. Arma potente ma utile solo ed esclusivamente nelle azioni di copertura a corto raggio.

Rail Gun

Micidiale arma. Spara un raggio luminoso che può estendersi per tutta la lunghezza di un'arena. E' molto lento nel caricamento, ma se vi prende in pieno...
Va utilizzato con una buona precisione per concludere azioni sulla distanza, preferibilmente di mischia.

Senza testo alternativo

Lightning Gun

Il lightning gun spara scariche elettriche ad una velocità impressionante.
Se usato con una buona precisione può rivelarsi una delle armi più potenti dell'arena. Non è particolarmente efficace sulle lunghe distanze.

BFG - 10k
Hum...Questo nome mi ricorda qualcosa... Ma si, lo ricordate anche voi, no?! Fate un salto nel passato e tornate ai tempi di DooM; bene, ora ditemi qual'era il nome dell'arma più letale, ma anche più dispendiosa di munizioni... BFG 9000!
Non ci sono dubbi, quest'ultima arma presente nell'edizione di QIII, è sicuramente una lontana parente del tanto amato marchingegno che usavamo in DooM.
Sicuramente l'arma più letale. Potente, veloce, utilizzabile a lungo e a medio raggio; resta comunque un'arma bistrattata, poiché non saranno molte le mappe in cui si può utilizzarla.
Attenzione a non usarla negli scontri a breve raggio: fa lo stesso scherzetto del lanciamissili.

Commenta la recensione di Quake III: Arena
ed esprimi la tua opinione sul gioco.

Senza testo alternativo

 

Giovanni "FraggerZua" Carta.

Gli screenshot del CamperOne
( 22-04-2008)

quake 3

quake 3

quake 3

quake 3

quake 3

quake 3

quake 3

quake 3

 

EASTER EGGS (04-12-2005)

Queste "Easter eggs" non sono state testate da FPSteam.it

For the next two, fire up Q3DM19. Either load it in multiplayer mode or do a /devmap - you need either the flight powerup, or noclip to find these.

matrix

To find it, go to Q3DM16, and drop off the edge. Look up as you do so, and whats that underneath the main platform? Noclip up to it and take a closer look if you want, but it's the dust puppy again.

matrix

Go to map Q3DM11, and find the teleporter opposite the shotgun. Turn around 180 degrees, and there is a section of wall with no striplight under it. Walk up to it, and lo! It be a dopefish!

matrix

 

TRUCCHI

Inserite questi codici alla console ([\]):

/iamacheater - Permette di accedere a tutti i livelli (grado 1)
/iamamonkey - Permette di accedere a tutti i livelli (grado 100)
/model sarge/krusade - ???

/god - God Mode
/give all - Tutte le armi
/give YYY - Sostituite a YYY una delle seguenti parole

    allammo
    armor
    battle suit
    bfg10k
    flight
    gauntlet
    grappling hook
    grenade launcher
    haste
    health
    invisibility
    lightning gun
    machinegun
    medkit
    personal teleporter
    plasma gun
    quad damage
    railgun
    regeneration
    rocket launcher
    shotgun


Soluzionistore - Trucchi cheat soluzioni guide strategie e tattiche di giochi games videogames e videogiochi

FIRST PERSON SHOOTER - FPS ITALIAN TEAM - FPSTEAM
Copyright 2005 - info@fpsteam.it