Home


Recensioni &
Anteprime


Guide & Speciali

Mod & Total Conversion

Iscriviti alla Community

Forum

Download

Clan

Contattaci o collabora

 

 

 

FTI - Community Multiplayer e Clan Fps

 

 

 

Giacomo Rossi - Ceregnano - Cioci

Forum sui First Person Shooter single player e multiplayer - Entra nella community per fraggare con noi
 
Senza testo alternativo MEDAL OF HONOR
ALLIED ASSAULT
Data di uscita: gennaio 2002
Motore grafico: id Tech 3 (Quake III Arena engine)
Developer: 2015
Publisher: Electronic Arts
Modalità multiplayer presente
Grafica:
86%
Longevità:
81%
Sonoro:
93%
Multiplayer:
87%
Giocabilità:
81%
Globale:
85%
RECENSIONE a cura di Francesco Mazzetta (26/03/2002)

Senza testo alternativo


      Può qualcosa essere contemporaneamente esaltante ed irritante? Dipende! Se parliamo di un programma tv in cui viene presentata una top model seminuda, il sottoscritto lo troverà esaltante mentre per la moglie sarà decisamente irritante.

Senza testo alternativo


Ma se parliamo di un videogioco? Allora l'esempio perfetto è sicuramente Medal of Honor: Allied Assault (d'ora in poi MoH:AA). MoH:AA vuole essere, specie in riferimento al contemporaneo concorrente Return to Castle Wolfenstein (RTCW) il campione del realismo nel mettere il giocatore nei panni di un soldato immerso nello scenario della Seconda guerra mondiale. Dove RTCW opta per una soluzione alla Indiana Jones, mostrando biechi nazisti intenti alla ricerca del super soldato e alla resurrezione di un mitico cattivissimo imperatore medievale, MoH:AA abbandona programmaticamente qualsiasi elemento mitico per dare in pasto al giocatore quello che spaccia per pura realtà. E passino i medikit, passino le munizioni disseminate qui e là, senza di essi che FPS sarebbe? Ma i problemi sono ben altri: precisamente le sezioni puramente arcade del gioco che rovinano qualsiasi sensazione di realisticità. Sto parlando delle corse in jeep - dove dobbiamo uccidere tutti i tedeschi che ci si presentano davanti dalla mitragliatrice fissata sul retro di un veicolo guidato da un commilitone - o, peggio ancora, del livello in cui dobbiamo guidare il micidiale nuovo prototipo di panzer tedesco e contemporaneamente sparare a fanti e mezzi corazzati nemici. In quest'ultimo caso la visuale è da sopra il mezzo e ciò che possiamo vedere oltre alla campagna e agli edifici circostanti è il cannone del nostro carro armato che troneggia lungo ed eretto sotto di noi quasi fosse un enorme pene in erezione alla vista di edifici diroccati e distrutti.

Senza testo alternativo

In più l'improvvisa apparizione dal nulla di soldati nemici in stanze ed altri ambienti chiusi anche dopo che sono stati minuziosamente perlustrati (armadi compresi) infonde al giocatore un profondo senso d'irritazione. Oddio: se il "respawn" dei mostri dopo un evento chiave (ad esempio la raccolta di un determinato potenziamento) è accettabile e perfino gradito in titoli volutamente "arcade" come ad esempio Serious Sam, in MoH:AA sono del tutto fuori luogo e non fanno che distogliere dai pregi del gioco. Che non sono pochi. Infatti, se escludiamo i livelli a bordo dei veicoli sopra citati, MoH:AA è uno sparatutto di un realismo che in alcuni punti diventa veramente esaltante. Uno di questi punti è il livello di Omaha Beach dove siamo catapultati nientemeno che nel mezzo dello sbarco delle truppe alleate in Europa. E il livello arriva ad un pathos tale che è possibile paragonare solo all'analogo cinematografico dello spielberghiano Salvate il soldato Ryan.


Senza testo alternativo

Esaltante da un lato e irritante dall'altro fanno media? Siamo, come matematica vorrebbe, di fronte ad un gioco meramente "sufficiente"? No. Perché in un caso come questo non è possibile fare la media: i momenti stupidi si scrollano via il più velocemente possibile per potersi godere appieno quelli realizzati bene, ed allora il giudizio finale non può che essere ottimo e se non parliamo di capolavoro è solamente per quei difetti evidenziati sopra.

Senza testo alternativo


La grafica è molto buona ma non particolarmente varia ed occorre osservare che il gioco è abbastanza pesante e ha richieste di sistema non indifferenti. I nemici sono realisticamente abbastanza simili e le armi sono poche ma tutte con proprie caratteristiche e con un tempo di ricarica molto lento che dovrà far ben misurare le munizioni al giocatore. A volte combatteremo in gruppo con altri soldati e se la cosa è gradevole quando ci fanno da copertura, è estremamente frustrante quando si gettano a corpo morto nell'azione e ci costringono ad avanzare nel bel mezzo del fuoco nemico avendo noi il compito di portarli sani e salvi alla fine del livello per passare al livello successivo.

Senza testo alternativo

Per tornare al confronto con RTCW, il risultato, a parere del sottoscritto, è a favore di quest'ultimo. Più fluido, più divertente, graficamente migliore, con armi e nemici più spettacolari, RTCW è sicuramente un'esperienza più gratificante. Ciò però non toglie che l'intensità di alcuni momenti di MoH:AA sia inarrivabile.

Senza testo alternativo

Meglio avrebbero fatto i programmatori, invece di tentare di introdurre elementi alternativi di gioco di cui nessuno sentiva il bisogno, a mantenere più coerentemente il fulcro dell'azione sul combattimento classico da sparatutto in prima persona: in alcuni punti forse si sarebbe parlato di mancanza d'originalità e di livelli inseriti per "allungare il brodo", ma anche questi sarebbero stati i benvenuti di fronte all'assurdità della guida del carro armato.

Senza testo alternativo

Senza testo alternativo

 

Francesco Mazzetta.

Commenta la recensione di Medal of Honor Allied Assault
ed esprimi la tua opinione sul gioco.

RECENSIONE ALTERNATIVA

Voglio sapere il finale di questo videogioco (SPOILER)

EASTER EGGS a cura di Fabio Tosi e Lucio Diva (19/03/2006)

SOLDATI NAZISTI CHE BALLANO

Entrate nella console e digitate MAPLIST per avere l'elenco delle mappe, scegliete la mappa m2l2a.bsp. Nascondete l'arma, aprite la porta e indossate subito l'uniforme dell'ufficiale tedesco per non farvi scoprire. Uscite dallo spogliatoio senza far insospettire le guardie che escono, casomai mostrategli il vostro documento usando il tasto 7.
Uscito dallo spogliatoio guardate a destra fuori dalla finestra e vedrete due guardie.

eastereggs

Aprite la console con il tasto /, scrivete NOCLIP (il trucco per attraversare le mura), premete il tasto USA (solitamente la E) sul lato sinistro della finestra e quando vedete che ballano corretegli incontro per vedere meglio che i 2 soldati tedeschi alternativamente balleranno il ballo russo o staranno in piedi usando le braccia.

eastereggs

eastereggs

eastereggs

LIVELLO ULTRASEGRETO

Esiste un livello segreto non accessibile direttamente dalle fasi di gioco, ma solo dalla console.

Entrate nella console con il tasto / e digitate MAPLIST per avere l'elenco delle mappe, scegliete la mappa m4l0.bsp.

eastereggs

eastereggs

eastereggs

TRUCCHI a cura di DevilMalak

Per aprire il cheat mode bisogna cliccare col tasto destro
sopra un collegamento del desktop di MOHAA e scrivere nella
destinazione:
+set ui_console 1 +set cheats 1 +set thereisnomonkey 1
Poi premi INVIO e apri il gioco:
Mentre stai giocando premi \ e scrivi:

dog - Immortalità
fullheal - massima energia
wuss - tutte le armi e munizioni
noclip - Modalità fantasma e volo
kill - uccide i nemici
maplist - scegli la mappa che ti interessa dall'elenco visualizzato


Soluzionistore - Trucchi cheat soluzioni guide strategie e tattiche di giochi games videogames e videogiochi

FIRST PERSON SHOOTER - FPS ITALIAN TEAM - FPSTEAM
Copyright 2005 - info@fpsteam.it